Quartiere Borgo Panigale - Reno
Navile
Porto - Saragozza
San Donato - San Vitale
Santo Stefano
Savena

Così sarà! La città che vogliamo

Il labirinto, spettacolo post teatrale in realtà virtuale che conclude il progetto Politico Poetico

Il Labirinto è uno spettacolo post-teatrale in realtà virtuale, innovativo nel linguaggio e nelle modalità di fruizione in cui ogni spettatore sarà dotato di un visore, uno speciale dispositivo che proietta chi lo indossa in uno scenario così realistico da sembrare vero. Da quel momento, si troverà immerso in una realtà virtuale dove sarà libero di scegliere come muoversi e come procedere. Potrà guardarsi intorno a 360°, camminare in ogni direzione, esplorare diversi luoghi, interagire in maniera diversa con cose e persone. Mentre nella realtà lo spettatore non uscirà mai da uno spazio circoscritto, nella realtà virtuale si muoverà in un dedalo di corridoi e stanze dove scoprire le 14 storie di giovani e giovanissimi in situazione di difficoltà14 esperienze visive e sonore che raccontano il lato più fragile e critico del rapporto giovani/città, grazie anche a decine di interviste con chi si occupa di ragazzi e ragazze in stato di disagio o di pericolo. Come 14 erano i fanciulli che la città di Atene doveva inviare a Creta per placare la fame del mostro che viveva nel labirinto, il terribile Minotauro. Il Labirinto è la nuova produzione del Teatro dell’Argine in scena da venerdì 18 a domenica 27 giugno 2021 che conclude il progetto Politico Poetico.

Sarà visibile dal 18 al 27 giugno 2021 dalle ore 10 alle 22 all’Istituto Aldini Valeriani (via Bassanelli 9/11)
Replica 1 dalle ore 10.00 alle 12.00, replica 2 dalle ore 12.30 alle 14.30, replica 3 dalle ore 15.00 alle 17.00, replica 4 dalle ore 18.30 alle 19.30, replica 5 dalle ore 21.00 alle 22.00
Lo spettacolo è stato ideato da Andrea Paolucci, Nicola Bonazzi, Giacomo Armaroli, Mattia De Luca, Giulia Franzaresi
scritto da Nicola Bonazzi, Mattia De Luca, Giulia Franzaresi, Giacomo Armaroli, Silvia Lamboglia
diretto da Andrea Paolucci
realizzazione dell’esperienza virtuale a cura di TouchLabs e Gravital
sound design di Matteo Balasso
con gli attori e le attrici del Teatro dell’Argine