Quartiere Santo Stefano

Liquid Lab

SalaBorsa Lab inaugura Liquid Lab: due giorni di open day per scoprire la nuova biblioteca multimediale di Bologna

Salaborsa Lab è una biblioteca innovativa nata negli spazi riqualificati dell’ex Biblioteca Roberto Ruffilli, al primo piano di vicolo Bolognetti 2.

È uno spazio di apprendimento, un luogo di incontro e di crescita, progettato dall’architetto Fabio Fornasari per ospitare la nuova biblioteca e le attività di Liquid Lab, il progetto di welfare culturale finanziato dal Comune di Bologna per contrastare le povertà educative e il divario digitale.

L’inaugurazione si svilupperà su due giornate, 30 e 31 maggio, alla presenza del Sindaco e delle autorità cittadine, con un ricco programma di attività rivolte al pubblico: momenti di dibattito, attività laboratoriali rivolte alle scuole e alla cittadinanza e la presentazione di alcune delle proposte educative di Liquid Lab. La due giorni sarà arricchita dalla mostra multimediale 3Orizzonti – che rimarrà aperta alla cittadinanza fino al 30 settembre – e dalla live performance Phasing dei musicisti Phase Duo.

Con Liquid Lab nasce un centro multimediale al servizio della comunità, uno spazio informale per lo studio e l’apprendimento in cui intraprendere percorsi trasversali ai linguaggi e alle discipline. È aperto a tutte le fasce di popolazione, con un’offerta gratuita rivolta ad adolescenti, giovani, adulti, persone con background migratorio, con disabilità, con esigenze di riqualificazione professionale.

Lo spazio è allestito con arredi e dotazioni tecnologiche progettate per favorire il lavoro in gruppi, la diffusione e lo scambio di competenze, la co-creazione e la fruizione di prodotti culturali che privilegi un approccio critico, consapevole e accessibile. 

L’intero progetto punta a valorizzare zone di confine tra linguaggi e saperi, ricomponendo la tensione tra scienze dure e humanities: tra planetari e cupole geodetiche si parlerà di letteratura attraverso la divulgazione scientifica, si raccoglieranno dati per costruire rappresentazioni dello spazio utili a restituire alla cittadinanza servizi più accessibili e promuovere fruizioni più consapevoli; l’obiettivo è diffondere competenze per un’elaborazione critica e creativa di prodotti culturali ibridi, al crocevia tra libri, illustrazioni, podcast, videogiochi e manufatti digitali.

Verranno offerti percorsi di alfabetizzazione digitale per le fasce di popolazione più fragili e colpite dal digital divide; si fornirà supporto alla formazione professionale e all’aggiornamento di docenti e operatori e operatrici della cultura e dell’educazione; saranno ospitate proposte culturali provenienti dal territorio per promuovere circoli virtuosi di scambio di competenze e graduale potenziamento del sistema di offerta educativa e culturale.

Scuole, biblioteche scolastiche, biblioteche di pubblica lettura e Case di Quartiere saranno attivamente coinvolte per implementare un’offerta educativa e formativa efficace e capillare, basata su un’alleanza che favorisca la diffusione delle competenze e la replicabilità degli interventi. Per promuovere questa alleanza tra istituzioni ed enti del Terzo settore è nata una rete di partner ampia e diversificata di cui fanno parte Archilabò (capofila), Hamelin, FabLab Valsamoggia, Aias Bologna Onlus,  Istituto dei Ciechi Francesco Cavazza, Idee in Movimento, Open Group, Baumhaus, Associazione Orlando e Ossigeno Cooperativa Sociale, Urban Lab e Totem Lab Aps. Inoltre, nella programmazione di Liquid Lab sarà presente anche SOUper Bologna, l’edizione bolognese della scuola di architettura per bambini di Farm cultural Park (Favara). 

 

3Orizzonti, mostra multimediale aperta fino al 30 settembre

3Orizzonti è un viaggio che intrattiene e ispira il pubblico a riflessioni sul rapporto tra l’uomo e la natura, la tecnologia e il pensiero, lo spazio e il tempo. Nella mostra multimediale artisti e divulgatori scientifici immaginano scenari futuri con i quali la nostra civiltà dovrà confrontarsi per evitare lo “shock del futuro”.

Credits: un progetto di Stefano De Felici e Federico Mazza, prodotto da LampoTv e Moovie, in collaborazione con Phase Duo e Italian Institute for the future.